L’ARCHIVIO DI STATO DI BRESCIA DAL MEDIOEVO AL WEB. Il nuovo Sistema Informativo degli Archivi di Stato e i progetti finanziabili tramite ART BONUS

Archivio di Stato di Brescia - Via Galileo Galilei 42/44 - Archivio di Stato di Brescia; Istituto centrale per gli archivi; Centro studi e documentazione "Giuseppe Bonelli"

ore 10.00, 19 aprile 2018 - Conferenza

L'Archivio di Stato di Brescia, in collaborazione con l'Istituto centrale per gli archivi e il Centro studi e documentazione "Giuseppe Bonelli", organizza una giornata dedicata alla presentazione del nuovo Sistema Informativo degli Archivi di Stato (SIAS) e dei progetti di valorizzazione dei fondi archivistici finanziabili attraverso il portale ART BONUS. Durante l'incontro saranno illustrate le diverse iniziative realizzate negli ultimi anni per favorire la consultazione della documentazione conservata dall'Istituto bresciano.

"A partire dal 2016 - spiega il direttore Marco Lanzini - sono stati portati a termine o avviati diversi progetti che, nel loro complesso, hanno aumentato le possibilità degli utenti di conoscere e consultare i fondi archivistici bresciani. L'adesione al nuovo Sistema Informativo degli Archivi di Stato, messo on-line proprio in questi giorni, è stata in tal senso fondamentale, andando a colmare una grave lacuna per il nostro istituto, che non aveva partecipato alla precedente versione del SIAS, realizzata ormai più di dieci anni or sono. L'ingresso in un sistema informativo nazionale, basato sul rispetto di criteri descrittivi condivisi, ha rappresentato uno stimolo a censire e descrivere in maniera più puntuale il patrimonio posseduto. Il progetto, inoltre, si è trasformato in un catalizzatore per altre iniziative avviate parallelamente, dalla scansione e messa on-line di tutti gli inventari esistenti, alla realizzazione di nuovi strumenti di corredo relativi a fondi sinora difficilmente consultabili o del tutto esclusi dalla consultazione, senza dimenticare la digitalizzazione della documentazione anagrafica e delle mappe catastali".    

Il nuovo SIAS sarà illustrato dal direttore dell'Istituto centrale per gli archivi Stefano Vitali, dallo stesso Lanzini e dal funzionario dell'Archivio di Stato Leonardo Leo, che si concentrerà in particolare sui lavori di inventariazione realizzati e da realizzare. 

La seconda parte della mattinata sarà dedicata ai progetti finanziabili attraverso il sistema ART BONUS, grazie al quale i privati possono sostenere la tutela e la valorizzazione dei beni culturali, ottenendo importanti sgravi fiscali. 

"ART BONUS rappresenta un'occasione importante per dare seguito alle iniziative di questi anni - continua Lanzini - consentendo ai bresciani di sostenere il loro Archivio, optando per il progetto che reputeranno più interessante o utile. Il lavoro da svolgere è ancora lungo e potersi avvalere di risorse esterne è indispensabile per concludere i lavori previsti nel giro di pochi anni". 

L'importanza della collaborazione tra pubblico e privato sarà rimarcata nell'intervento di Rolando Anni, consigliere del Centro studi e documentazione "Giuseppe Bonelli", associazione che da un paio di anni affianca l'Archivio in molte attività culturali. A seguire, l'archivista Damiana Amighetti illustrerà il portale ART BONUS e le procedure relative ai finanziamenti. In chiusura, Valentina Cristini, Deborah Delbarba e Giulia Franchini, tre volontarie del servizio civile assegnate all'Archivio, presenteranno nel dettaglio i progetti attualmente finanziabili, in un ideale percorso dal Medioevo al Web... 

as-bs@beniculturali.it

Documenti da scaricare